Menu
La “legge sul caporalato”: compiti e prospettive per il Consulente del Lavoro
Costo
  • 30.00 €  (corso completo)
La tua connessione internet potrebbe influire sui tempi di caricamento del video. In caso di rallentamenti, attendi qualche secondo per la completa fruizione del video.
Problemi di visualizzazione del video? Guarda lo streaming con il tuo dispositivo mobile
Descrizione corso

La legge 29 ottobre 2016, n. 199 recante “disposizioni in materia di contrasto ai fenomeni del lavoro nero, dello sfruttamento del lavoro in agricoltura e di riallineamento retributivo nel settore agricolo” è frutto di un iter parlamentare affrettato e confuso, con cui si è cercato di dare una risposta politica “forte” ad alcuni fatti di cronaca nera del lavoro che avevano particolarmente colpito l’opinione pubblica. La fretta con cui il legislatore ha ritenuto di intervenire è testimoniata soprattutto da quel vistoso contrasto fra il titolo e il contenuto della legge che non si è voluto correggere nell’ultimo passaggio alla Camera, solo per evitare di allungare i tempi di approvazione del disegno di legge. E così abbiamo una legge intitolata con riferimento al settore agricolo e al caporalato che, invece, nel corso del suo iter parlamentare, ha via via esteso il suo ambito di applicazione a tutti i rapporti di lavoro.

Struttura del corso: Il corso è articolato su 4 lezioni:

  1. Premessa - La fattispecie criminosa
  2. Gli indici rilevanti dello sfruttamento
  3. Misure cautelari e pene accessorie
  4. Modello organizzativo ex d.lgs 231/2001

Docente: Francesco Stolfa (Avvocato giuslavorista del Foro di Trani - Docente nel Master di Diritto del Lavoro e Relazioni Sindacali dell’Università di Bari “A. Moro” - Coordinatore dell’Ufficio Legale ANCL-Roma)

Durata del corso: 70 minuti

Crediti Formativi: 1 CFP

OMAGGIO: Con l'acquisto del corso Apprendo invierà via mail all'utente la guida completa sul tema.

Dettagli corso
  • Moduli
Condividi
Costo
  • 30.00 €  (corso completo)